Previsioni al 23%

Domenico Delle Side, 05 Dicembre 2011

Benzina, Petrolio

Stando alle indiscrezioni, sembrerebbe che il governo Monti stia meditando di elevare l’IVA di due punti percentuali, portandola al 23%.

Detta in soldoni, se il governo scegliesse questa strada, molte delle cose che normalmente acquistiamo sarebbero più care, in particolare i carburanti.

Questo blog si occupa costantemente di un rapporto sui prezzi dei carburanti, che cerca di tenere traccia di come i prezzi di questi beni di consumo varino nel tempo; ora, invece, si cercherà di fare un’operazione lievemente differente, una specie di “proiezione”, per rispondere ad una sola e semplice domanda.

Quanto costerebbero oggi i carburanti (super e diesel) se l’IVA fosse già al 23%?

Per farlo è sufficiente un po’ di algebra ed i dati forniti settimanalmente dalla Commissione Europea. Al 28 Novembre 2011, in Italia il costo medio di un litro di super è di circa 1.577 €, mentre per un litro di diesel spendiamo attorno ai 1.529 €

Ipotizzando un IVA al 23%, invece, i prezzi per gli stessi beni sarebbero di circa 1.603 €/l per la benzina super e di 1.554 €/l per il diesel.

Vediamo quanto andremmo a perdere su un pieno, che per una macchina media è intorno ai 45 litri.

Con l’IVA al 21% un pieno di super ci costa oggi intorno ai 70.96 €, mentre per il diesel circa 68.80 €.

Con l’IVA al 23%, invece, avremmo 72.13 € per la super e 69.93 € per il diesel.

Proviamo a vedere cosa significa su base annua. Immaginiamo di vivere in un mondo ideale in cui le auto percorrano mediamente 10000 km in un anno con una media di 17 km con un litro di carburante; ne consegue che i litri (medi) di carburante consumati sarebbero circa 588. Pertanto l’aggravio annuo corrisponderebbe a circa 15.30 € per la super e 14.70 per il diesel.

Non moltissimo, ma di questi tempi è meglio non buttar via niente!

Potrebbero interessare anche i post in: , , ,